PASSEGGIATA IN AUTO E MOTO D’EPOCA: NEI GIORNI 26 E 27 MAGGIO AL VIA LA XII EDIZIONE

Spread the love

Locandina Passeggiata 2018

Era il 26 marzo del 2006, quando, dodici anni orsono, iniziava l’avventura del Club Caesm ,con una manifestazione inaugurale che allora fu denominata “Passeggiata in auto d’epoca”, perchè prevedeva una sorta di passeggiata stradale con i veicoli storici per la costa altotirrenica, allo scopo di far conoscere, attraverso i motori, la zona dell’alto Tirreno cosentino.
Ebbene da allora quella manifestazione ha mantenuto il suo originario spirito ed è diventata la manifestazione di punta del club, giunta alla dodicesima edizione. 
Nei giorni di sabato 26 e domenica 27 maggio 2018, difatti, con il patrocinio dei Comuni di Scalea e Santa Maria del Cedro, l’organizzazione del nostro club ha previsto un programma di svolgimento tutto da scoprire. Nel pomeriggio di sabato si attenderà l’arrivo di alcuni equipaggi che all’arrivo saranno accompagnati in visita a Santa Maria del Cedro, presso il “Carcere dell’Impresa” ove è allocato il “Museo del cedro”. Il cedro, agrume che cresce nell’alto tirreno cosentino, con particolare identificazione geografica nel territorio di Santa Maria del Cedro, è il prodotto autoctono che si è decisi di far conoscere con l’edizione di quest’anno, visto che l’evento motoristico è destinato ogni anno a far conoscere un nuovo posto a chi partecipa. L’occasione sarà quella giusta anche per conoscere un pò di storia dei nostri luoghi, in particolare il “Castello di San Michele che rientra nel più ampio itinerario del “Mercurion”, posto nelle periferie di Santa Maria del Cedro, ove si potranno ammirare anche le cedriere in coltivazione.
Nella giornata di domenica si vivrà da vicino Scalea che è il punto di riferimento territoriale dell’alto Tirreno cosentino, con una gara di regolarità che si articolerà per una parte del centro storico cittadino. All’orario di pranzo circa, oltre al classico giro turistico ci sarà per i partecipanti al raduno una visita alla Torre Talao, simbolo della cittadina e luogo di rilevante interesse storico, nonchè cenacolo culturale e zona dove poter ammirare la vegetazione spontanea dei capperi (in gergo scaleoto “Chiapparijll”).
La giornata di domenica proseguirà con il pranzo in ristorante e il saluto ai partecipanti, in attesa di rivederci per al prossimo evento in calendario.
L’evento sarà riservato ai primi cinquanta equipaggi per garantire una maggiore efficienza organizzativa.

Commenti chiusi